Elezioni legislative in Grecia 2007: conferma per la maggioranza di centrodestra

di Ninni Radicini
24 settembre 2007


I risultati delle Legislative del 16 settembre hanno portato alcune novità nello scenario politico. Nd - Nuova Democrazia, il partito di centrodestra al governo da marzo '04 con Kostas Karamanlis, ha ottenuto il 41.8% (152 seggi), Pasok - Movimento socialista panellenico 38.1% (102), Kke - Partito comunista greco 8.1% (22), Syriza - Coalizione della sinistra radicale 5% (14), Laos - Partito popolare ortodosso 3.8% (10). Ha votato il 75% degli aventi diritto (9.8 milioni). Il parlamento ellenico è composto da 300 deputati eletti utilizzando il sistema proporzionale con sbarramento al 3% e premio di maggioranza. Nd e Pasok hanno anche eletto ognuno 5 deputati di Stato (da liste speciali, bloccate), uno per Kke e Syriza. Il giorno dopo, il presidente della repubblica Karolos Papoulias ha conferito a Karamanlis il mandato per la formazione del nuovo esecutivo. Nonostante la maggioranza ristretta è stato escluso un governo di coalizione.

A questa variante dei tradizionali monocolori si è ricorso solo una volta nella storia della Grecia contemporanea, dopo le Legislative del giugno '89 quando, senza una maggioranza assoluta sia di Nd sia di Pasok, si ebbe una coalizione, singolare e di breve durata, tra Nd e Kke. Laos, partito di destra sociale, il cui ingresso per la prima volta in parlamento è stato malvisto da una parte dei mass media internazionali, ha detto che la sua opposizione sarà seria e senza arroganza. Nel '04 Giorgios Karatzaferis è stato eletto deputato europeo (Laos 4.1%) e ha aderito al gruppo Indipendenza / Democrazia. Soddisfazione da parte di Aleka Papariga, segretario generale del Kke, e di Alekos Alavanos, presidente di Syriza, alleanza tra Synaspismos - Coalizione della sinistra e altre formazioni ecologiste e comuniste.

Nel parlamento europeo, Synaspismos e Kke sono nel gruppo della Sinistra Unita. In confronto alle Legislative '04, Nd (ad. al Ppe - Partito popolare europeo) e Pasok (ad. al Pse - Partito socialista europeo), pur continuando a rappresentare più di 3/4 dell'elettorato, perdono circa il 6% di voti, ridistribuiti anche a formazioni al di sotto dello sbarramento, tra cui i Verdi (1%), Rinascita democratica e Unione dei centristi. Nel Pasok, George Papandreou ha chiamato dirigenti e militanti a pronunciarsi sul futuro della sua leadership, verso cui ha mostrato disponibilità Evangelos Venizelos, deputato e componente del direttivo. Nell'eventualità di questo cambio al vertice, la linea del partito potrebbe passare da quella socialdemocratica (di tipo scandinavo) sostenuta finora da Papandreou, a una di tipo social-popolare.

Kostas Karamnalis, il più giovane primo ministro nella storia della Grecia, grazie all'alto grado di credibilità nel suo ruolo, riscontrato dai sondaggi, ha contribuito ad attutire gli effetti negativi delle vicende finanziare che hanno riguardato nei mesi scorsi l'azione di governo, delle proteste per la riforma dell'Istruzione pubblica, e quelle conseguenti ai gravissimi incendi che hanno devastato il Peloponneso e altre parti del territorio. Tra i risultati più significati negli anni del suo governo, da segnalare la crescita economica, con Pil al 4% (doppio della media europea), e un incremento della presenza della Grecia nel contesto internazionale. Ad esempio, l'ottimo rapporto instaurato con la Cina, a partire dalla richiesta di consulenza per l'organizzazione delle Olimpiadi '08 e dalla recente inaugurazione del dipartimento di lingua greca all'Università di Pechino, dopo quello di Shanghai. Ad Atene si apre una nuova fase che, come già verificato, promette di essere caratterizzata da una dialettica politica nell'alveo della realizzazione di obiettivi di prestigio per la Grecia e per il popolo ellenico.



* Articolo pubblicato da Orizzonti Nuovi - Periodico di informazione e analisi di Italia dei Valori

* Ninni Radicini, coautore del libro La Grecia contemporanea (1974-2006), ha pubblicato articoli su vari periodici, recensioni e prefazioni a libri.

Articolo di Ninni Radicini sulle elezioni legislative 2007 in Grecia pubblicato da Orizzonti Nuovi

Puoi proseguire con i seguenti articoli di Ninni Radicini:
Partiti politici nel Parlamento Ellenico dopo le elezioni 2012

Elezioni legislative 2009: Il centrosinistra torna al governo della Grecia (30 ottobre 2009)

Elezioni legislative 2004 in Grecia: Vittoria di Nuova Democrazia (10 marzo 2004)

Copertina del libro La Grecia contemporanea 1974-2006 di Rudy Caparrini, Vincenzo Greco, Ninni Radicini       La Grecia contemporanea (1974-2006)
di Rudy Caparrini, Vincenzo Greco, Ninni Radicini
prefazione di Antonio Ferrari, giornalista, corrispondente da Atene per il Corriere della Sera
ed. Polistampa, 2007


Presentazione | Articoli sulla Grecia


Lista articoli di Ninni Radicini

Home page